5 agosto 2020

Sanità: dov'è stato Michele Emiliano in questi anni?

Le politiche sanitarie del governo Emiliano sono fallimentari, oggi più che mai. Vi spiego cosa ne penso

Cosa succede nella sanità pugliese?

Dobbiamo bloccare le lunghe liste d’attesa”. “Dobbiamo recuperare le prestazioni perse”. “I Cup non sono del tutto aperti”. “I servizi sanitari vanno riorganizzati”. “Dobbiamo potenziare la rete”.

Caro Emiliano, caro centrosinistra,
queste erano le vostre dichiarazioni programmatiche di cinque anni fa, quando del Covid e del lockdown non c’era alcuna traccia. Ora, a conclusione di una legislatura che ha visto crescere solo la spesa per la mobilità passiva a 240 milioni di euro, una legislatura che vede gravemente ridimensionata l’offerta assistenziale con i pazienti che si rivolgono ai centri di Primo intervento, a loro volta obbligati spesso a spostare i pazienti per centinaia di chilometri, con grave danno per i pazienti e per i loro familiari, dalle parole di chi ha governato la Puglia risuona la stessa musica, a conferma del fallimento delle politiche sanitarie del governo Emiliano.